Back to school 2021
Fall Winter 21|22
Gratis Sala Giochi di Alia.Tizalia.Com

Da dove vieni? Perche sei? – il tempo e lo spazio

Ora e quel tempo! Il tuo tempo. Qui tu sei per osservare la meraviglia della diversità che ti attende nel tempo che verrà.

Dio ha creato una terra, e l’ha resa diversa nel suo aspetto, perché chi la vivesse imparasse un po ad amare tutto ciò che sembra diverso. Ma l’uomo ha anche paura, specie quando perde la via della luce. Ed ecco che la razza, il confine, la religione, cultura e tutto ciò che parla del altro o di sé stesso e il pretesto per creare differenza e distinzione; mancanza di accoglienza. Come può l’uomo moderno, credere si essere evoluto e avanti nel tempo, parlare di civiltà aliene, lodarle nella loro venuta dallo spazio, se non riesce ad apprezzare neanche la distinzione naturale delle cose in questa terra? La bellezza non è oltre le stelle, ma sotto questo cielo! Senza una guida Divina Creatrice l’uomo e perso nel buio delle sue invenzioni e nel nulla dei suoi frutti. La paura, la volontà di chiudere i mercati, i confini, i sistemi economici. E in questo contesto, per propria difesa contro il diverso, dare onore al diritto alla guerra. Questo mondo si aspetta che il Divino ritorni per ristabilire il suo Regno pensando sia cosa per chi sta sopra i cieli. Ma non è cosi. Al uomo era richiesto impegno per questa terra, prima che per il lavoro del suo tempo. Ed è per questo che nel mondo si sente pronunciare un messaggio portato da uomini che parlano alle divinità, nella speranza che la violenza termini e la pace sia ristabilita e voluta dalle stesse mani d’uomo sulla terra. Dio non vorrebbe alzarsi dal suo trono per rovesciare i potenti, ma vorrebbe che questi si inchinino alla sua maestà accettando di camminare al suo fianco. Il giorno che lo fara sara senz’altro un tempo necessario ad interrompere un cataclisma di portata “biblica” cercato dalle opere del uomo contro la natura. Ed è certo che se l’uomo non fara ancora una volta un passo verso Dio, ritornando verra a liberare gli schiavi, gli oppressi, gli ultimi, gli abbandonati, i perseguitati….perché questo, del mondo tutto, e il suo vero popolo.

From:
Date: Novembre 16, 2020